un'immagine di Violence(s) - Theatre performance di Fadhel Jaïbi e Jalila Bakkar

CAMPAGNA INTERNAZIONALE #ArtsFreedom

In contemporanea con il Satellite Meeting in Libano (6-9 ottobre), IETM – International Network for Contemporary Performing Arts – ha lanciato una campagna di sensibilizzazione per contrastare i sempre piu’ frequenti casi di censura negli stati del sud Mediterraneo, ma non solo.

Purtroppo infatti la liberta’ di espressione artistica e’ contrastata in tutto il mondo da governi, partiti, movimenti religiosi, media, comunita’, famiglie e persino dagli stessi artisti. La censura prende le forme piu’ differenti: dalle vere e proprie sanzioni e proibizioni alla scena, alla paura di perdere i contributi pubblici con cui l’arte sopravvive.

La liberta’ di espressione artistica e’ di vitale importanza per il bene di tutti noi: ecco perche’ Associazione Etre ha seguito la campagna internazionale #artsfreedom dedicando l’intera settimana dal 3 al 9 ottobre alla pubblicazione di articoli e approfondimenti sul tema, concentrandosi su casi recenti, internazionali e italiani, che ci mostrano come anche nel nostro Paese sia necessaria una costante attenzione per difendere la liberta’ degli artisti di creare e dello spettatore di poter assistere.

Abbiamo raccolto alcuni degli articoli pubblicati, raccolti o inviateci durante la campagna: ecco una piccola bibliografia per approfondire la tematica.

Per riflettere:
– Censura post-moderna secondo Mimma Gallina
– Difendere l’arte senza incitare alla discriminazione, essere liberi senza influenzare il pubblico: il report della sessione dedicata a IETMBergamo
– Cosa significa per un artista vivere in esilio a causa della censura? Shirin Neshat lo racconta alla TEDConference

Censura in Italia:
– Censura e scandalo, un promemoria di Oliviero Ponte di Pino
– La diminuzione dei fondi pubblici come leva per l’auto-censura secondo Mario Martone
– Bellezza e censura nel 2016 secondo Andrea Porcheddu
– Il caso Castellucci e “Sul concetto di Volto nel figlio di Dio”, ogni messinscena riapre la polemica: Massimo Marino e il supporto dei teatranti, l’ultima protesta nel 2016 in Trentino, la difesa dell’artista alle critiche
– Ronconi a Siracusa nel 2002 e la messinscena de “Le rane”
– Piccolo Teatro, 2003: lo spettacolo di Dario Fo a rischio difeso dal direttore Escobar
– Rodrigo Garcia, l’aragosta e lo spettacolo censurato a Milano nel 2007

I casi internazionali:
– Turchia 2016: Erdogan e i divieti ai teatri
– area araba e libertà col velo: l’esperienza di Hanane Hajj Ali
– IETMBeirut 2016, quale responsabilità degli artisti nel costruire la libertà d’espressione?
– teatro in Argentina per rinascere dalla dittatura

 

*nell’immagine, un’estratto di “Violence(s)”, spettacolo di Fadhel Jaïbi and Jalila Bakkar