CREATIVE CAST AWAY // Diario di bordo @Elisabetta C

CREATIVE CAST AWAY // Diario di bordo @Elisabetta C

*english version below*

Lublin, 2013

1.       Perché hai deciso di partecipare a questo progetto?/ Why did you decide to participate in this project?
Perché era arrivato il momento per noi di ri-partire e conoscere altri posti per fare il nostro lavoro. Ergonomica è un progetto che esiste solo nell’incontro con posti nuovi. L’est ci sembrava una nuova meta per il progetto.

Because We felt the moment to leave our country again and to know new places where we could do our work. Ergonomica is a project which exists just when it meet new places. So est europe is good!

 2.       Per quali caratteristiche tue e del progetto pensi di essere stato selezionato? / What are your features and those of your project so you think you were selected?
Con queste facce come fai a non selezionarci? Facce ergonomiche appunto. Che si adattano ad ogni città facendola ballare. Il progetto pensiamo sia stato scelto perché nel dossier di presentazione c’erano tante immagini belle.

With the faces that we have, how you cannot chose us? Ergonomic faces indeed, able to adapt to every cities to make it dance. We think our projects was selected cause in the presentation dossier there were many nice pictures.

3.       É la tua prima esperienza di stage all’estero? Se no, racconta dove sei stato, se sì dacci le prime impressioni a caldo. / Is it your first experience abroad? No? Tell us where you’ve been. Yes? Give us tour first impressions.
Stage all’estero mai. Abbiamo vissuto, studiato e lavorato per anni all’estero. In molti esteri. Tra tutti noi abbiamo un catalogo di città che annovera: Barcellona, Londra, Rotterdam, Berlino e Marsiglia. Insomma assieme facciamo i gypsy king. Quindi le nostre prime impressioni ve le raccontiamo così, con un brano musicale che non si adatta per niente alla polonia e tanta nebbia.  Guarda il video!

 Stage abroad never. We’ve been living and working and studying abroad. In many abroads. All together we can list a pretty starnge Group of cities where we’ve been: Barcellona, Londra, Rotterdam, Berlino e Marsiglia. We are a sort of gypsy king. So we  want to give you our first impression in this way, with è song not fitting Poland at all and a lot of fog. Look the video!

4.       Quanti e chi sono i tuoi colleghi? Come ti trovi con loro? / How many and who are your colleagues? What relationship do you have with them?
I colleghi…….allora. Riassumiamo il gruppo indefinito di colleghi in un volto. Un personaggio ‘sul pezzo’ nel lavoro come davanti una birra. Colui che ci ha accolto offrendoci una cena al ristorante italiano La Traviata ( anche se noi pieroghi e salsicce non le schifiamo!!!!). Signori e signore, vi presentiamo il nostro tutor Grzegorz (nome impronunciabile) Reske [Guarda la foto!].  Menzione speciale anche a Dorotha per sopportarci in ufficio.

Our collegues…..well, let’s summarise all of them in just one face, a brilliant person both at work as in front of a beer, the one who welcomed us with a dinner in the italian restaurant La Traviata (even though we like also polish pieroghis and sausages). Ladies and Gentlemans, it’s our plesure to introduce you our tutor Grzegorz (unpronounceable name) Reske [SEE PICTURES].
Special mention also to Dorotha for her patience.

5.       Come ti sta aiutando il partner internazionale nel realizzare il tuo progetto? Che consigli ti ha dato? / How does the international partner is helping you to realize your project? What advice you gave?
Teatr NN Brama Grodza, Rewiry, GTWPL, Lubelski Teatr Tańca, Galeria Labirynt, Dom Kultury, Warstaty Kultury, Centrala Architectural Design Group Warsaw, gruppo architetti e designer Sarp, Tomek, Michal (con la L polacca che non c’è nella nostra tastiera), Open City….questi sono alcuni dei nomi di persone e associazioni che possono aiutarci nel progetto, suggeriti da coloro che lavorano nel Centro Culturale di Lublin, con grande cura e disponibilità. Quindi c’è da fare!

Teatr NN Brama Grodza, Rewiry, GTWPL, Lubelski Teatr Tańca, Galeria Labirynt, Dom Kultury, Warstaty Kultury, Centrala Architectural Design Group Warsaw, group architects and designer Sarp, Tomek, Michal (with polish L which is not in my keyboard), Open City….those are some of the names of people and groups which could help us in our project, names which a lot of people inside of Centrum Cultury Lublin kindly search for us. So we have a lot to do!

6.       Dove abiti? Sei vicina al luogo di lavoro? Raccontaci qual è il tuo posto preferito e la cosa che ti è piaciuta di più. / Where do you live? Are you close to the workplace? Tell us what is your favorite place in the neighborhood.
Vicinissima al lavoro sì. Il luogo preferito ve lo descrivo un’altra volta perché ci vuole un’attenzione particolare. Però. Ecco la descrizione della casa. Ergonomicamente ovviamente! [VEDI FOTO CASAERGONOMICA].

Yes really closed to my work place. I’ll describe my favourite place one other time cause it needs some special attention. But. Here it is my house’s description ….in an Ergonomic way, off course! [SEE PICTURE CASAERGONOMICA].

7.       Raccontaci del vostro viaggio a New Generation  Festival. / Tell us about your travel at New Generation Festival.
Per un weekend a fine novembre abbiamo abbandonato la nostra, ormai sta diventando amata, Lublin per volare a Milano e partecipare a New Generation Festival. New Generation è una piattaforma di incontro di nuove realtà dell’architettura europea che si interroga sul nuovo ruolo degli architetti, in un’epoca in cui la crisi, togliendo delle risorse economiche, è, al tempo stesso, elemento scatenante di soluzioni alternative. All’interno del Collaborative Art Workshop siamo stati invitati a offrire la nostra visione dello spazio partendo dal corpo e dal movimento. E ci siamo divertiti un sacco!!!! Leggi qui maggiori dettagli e guarda il video qui!

At the end of November, for a weekend, we left our loved Lublin, to fly back to Milan and join the New Generation Festival. New Genaration is a Platform for young architectural realities from all around Europe. New Generation questions the new role of architects in a society where the crisis, thoug take away economical sources, is , at the same time, the engine for new solution. Within the Collaborative Art Workshop we’ve ask to offer our point of view on space starting from movement and body. And we had so much fun!!! Read here more details and look a little video

 

Elisabetta intervistata da TVP Lublin sul suo progetto Ergonomica: guarda qui il video!

TVPlublin-Ergonomica-interview: click here!

8.        Come sta andando il progetto? / What about the project?
Il lavoro va avanti e ormai siam già abbastanza ergonomizzati a Lublin. Continuano le lezioni settimanali di danza/architettura con un bel gruppo di persone che va dall’ Algeria, alla Spagna alla Polonia.
E ci siamo innamorati….di un luogo. Il quartiere Osiedle Słowackiego, una zona abitativa progettata da Oskar e Zofia Hansen nella periferia di Lublin. Presto spiegheremo le ragioni dell’amore sul blog che continua a essere il luogo dove i vorticosi pensieri tra danza e architettura prendono una forma più o meno comprensibile http://ergonomicaproject.wordpress.com/

The work goes on and we are now  well ergonomized to Lublin.
We go on with the weekly class about dance and architecture with an international group of people from Algeria, Spain and off course Poland.
And then we felt in love……with a place. The Osiedle Słowackiego settlement, a living area at the periphery of Lublin, designed by Oskar and Zofia Hansen. Soon we’ll explain the reasons of our love on our blog. There all the brainstorming about dance and architecture will take shape http://ergonomicaproject.wordpress.com/

 

 9.             E poi… / And then…
Time runs fast! Specialmente quando si e’ deciso di presentare tra fine marzo e inizio aprile due lavori come esito dell’esperienza qui a Lublin. Procediamo su un duplice binario tra le varie ricerche che ancora stiamo portando avanti (vedi http://ergonomicaproject.wordpress.com/). A fine marzo all’interno del simposio internazionale Identity.Move presenteremo un primo esito del lavoro ERGONOMIC EXCURSION:WE WANT TO BECOME ARCHITECTURE. Ecco alcune immagini delle nostre prove fuori. Nemmeno il freddo ci ferma.

Sull’altro binario invece we will GO WITH THE FLOW. Siamo alla ricerca di performer in tutta la zona del quartiere di Slowackiego per creare delle strisce umane fluttuanti.L’idea e’ quella di creare una performance a partire dalla teoria del Linear Continuum System di Osakar Hansen, architetto che negli anni ’50 costruì il quartiere. L’impresa e’ ardua. Ma non si torna indietro nemmeno per prendere la riscorsa!Per ora abbiamo Cheersleader over ’60, free styler hip hop, bambini, cantanti e bho. Ecco il video per reclutare i nostri performers  http://www.youtube.com/watch?v=v-Vt07Q2sgU

Time runs fast! Especially if you decide to present two different work as result of the six monthes residence. We go on on a double way, beside keeping up the research ( see  http://ergonomicaproject.wordpress.com/).
On one hand we’ll present ERGONOMIC EXCURSION: WE WANT TO BECOME ARCHITECTURE on the international symposium Identity.Move, at the end of March. Here some pictures of our reharsal outside. It’s cold, but we never stop!
On the other hand we will GO WITH THE FLOW the first week of april. We are looking for some human floating stripes for a performative action in the settlement of Slowackiego. Our intention is to recreate in a performative way the theory of Linear Continuum System by Oskar Hanse, the architect who built that particula settlement. Here a short video for the reclutment of the people http://www.youtube.com/watch?v=v-Vt07Q2sgU

 

…to be continued…