Hamlet Private // Il giardino delle Esperidi 2014

Hamlet Private // Il giardino delle Esperidi 2014

Galbiate, Lunedì 23 giugno, dalle ore 16.00
e Galbiate, Martedì 24 giugno, dalle ore 16.00
Olgiate Molgora, Mercoledì 25 giugno, dalle ore 16.00
Olgiate Molgora, Giovedì 26 giugno, dalle ore 16.00
Olgiate Molgora, Venerdì 27 giugno, dalle ore 16.00
Olginate, Sabato 28 giugno, dalle ore 16.00
Olginate, Domenica 29 giugno, dalle ore 16.00
il luogo dello spettacolo è segreto: sarà comunicato ai prenotati

produzione ScarlattineTeatro – Campsirago Residenza, Gnab Collective
script e direzione  Martina Marti
consulenza artistica Michele Losi
attori Giulietta Debernardi, Marco Mazza
visual design Erno Raitanen
fotografia Erno Raitanen
assistenza alla produzione Angelica Maran
traduzione dall’inglese Angelica Maran
con il sostegno di MIBAC, Regione Lombardia, Fondazione Cariplo, Kone Foundation, Arts Council of Finland, Swedish Cultural Foundation in Finland, Performance Center Eskus, City of Helsinki Cultural Office
© original version 2012 Martina Marti, Marion Maisano & Cécile Orblin
spettacolo per uno spettatore, prenotazione obbligatoria
durata: 35 min

Le domande di Amleto sono anche le nostre domande. Il suo esitare è anche il nostro esitare.
L’Amleto di Shakespeare e la sua incapacità di agire danno vita a Hamlet Private: un Amleto confidenziale, vicino, che abbandona il contesto teatrale tradizionale e accoglie un singolo spettatore nell’intimità di un caffè.
Un’esperienza privata ed esclusiva in cui lo spettatore ha la possibilità di esplorare e indagare la propria situazione di vita concreta, con l’aiuto del sistema divinatorio di carte Talmeh e l’interpretazione del performer delle stesse, ispirati alle vicende di Amleto, uomo contemporaneo e abisso di interrogativi. Le carte vengono interrogate dallo spettatore e interpretate dal performer, divenendo strumento di (ri)lettura e restituzione da un lato della storia e del personaggio di Amleto, dall’altra del sentire e del vissuto di chi gli sta davanti.
«La prestazione è stata un’esperienza meravigliosa. Ho amato i suoi contenuti di vasta portata e l’attenzione introspettiva, la bellezza delle carte, il calore dell’attrice. Forse sono stato un cattivo spettatore, ma l’interpretazione delle carte era spaventosamente accurata. Davvero. Tutto è iniziato con il Veleno e si è concluso con la Soglia, questa dove sono io, nel mezzo della tempesta, con un piede sulla porta. Dietro alla porta si apre forse una vita più creativa e felice per me. Grazie per avermi dato l’opportunità di sperimentare questa performance. Potrebbe davvero avere una notevole influenza sulla mia vita» (Uno spettatore, 2012, Helsinki).

ScarlattineTeatro
ScarlattineTeatro nasce nel 1998, dopo la formazione a Pontedera Teatro. Inizialmente tra Torino e Milano, nel 2000 lavora nel Kosovo postbellico: lì si definiscono le prime scelte del gruppo, sfide, conquiste e sconfitte iniziali.
Dal 2004 ScarlattineTeatro trova casa a Campsirago, sulle colline briantee, tra le luci della pianura e il lago: nasce Campsirago Residenza. Il vagabondaggio della compagnia continua tra tournée nazionali e internazionali, cui seguono numerosi premi e riconoscimenti di pubblico e critica.